Impresa Trasparente / Legalita' - compliance modelli di prevenzione dei reati




La Società ha sviluppato un insieme di strumenti di governo dell’organizzazione che garantiscono il funzionamento della Società e che possono essere così riassunti:

Statuto (scarica PDF): in conformità con le disposizioni di legge vigenti, contempla diverse previsioni relative al governo societario volte ad assicurare il corretto svolgimento dell’attività di gestione;

Codice Etico (scarica PDF); esprime i principi etici e di deontologia che il Gruppo riconosce come propri e sui quali richiama l’osservanza da parte di tutti coloro che operano per il conseguimento degli obiettivi della Società. Il Codice Etico esprime, fra l’altro, linee e principi di comportamento volti a prevenire i reati di cui al d.lgs. n. 231/2001 e richiama espressamente il Modello 231 come strumento utile per operare nel rispetto delle normative;

Modello 231: risponde a specifiche prescrizioni contenute nel d.lgs. 231/2001, finalizzate a prevenire la commissione di particolari tipologie di reati (per fatti che, commessi apparentemente a vantaggio dell’azienda, possono comportare una responsabilità amministrativa da reato in base alle disposizioni del decreto medesimo). Il Modello 231 detta le regole e prevede le procedure che devono essere rispettate al fine di costituire l’esimente per la Società ai fini della responsabilità di cui al d.lgs. 231/2001;
Modello organizzativo 231 - Parte Generale (scarica PDF)
Modello organizzativo 231 - Parte Speciale e Appendice A (scarica PDF)

Piano triennale di prevenzione della corruzione – P.T.P.C. - con l’obiettivo di prevenire comportamenti potenzialmente esposti ai reati di corruzione e di rafforzare i principi di legalità, correttezza e trasparenza nella gestione delle attività aziendali.

Il Consiglio di Amministrazione di Rai Cinema, nella seduta del 17 febbraio 2017, in recepimento dell’indirizzo formulato da RAI, ha nominato l’avv. Giuseppe Zonno, dirigente dell’Area Business Affair, quale Responsabile per la Prevenzione della Corruzione ai sensi e per gli effetti della Legge Anticorruzione.

Nella successiva seduta del 6 marzo 2015 il CDA di Rai Cinema ha adottato il PTPC per il triennio 2015-2017.

Nella seduta del 29 gennaio 2016 il CDA ha approvato il Piano relativo al triennio 2016-2018.

Nella seduta del 30 gennaio 2017 il CDA ha approvato il Piano relativo al triennio 2017-2019.

Rai Cinema - Piano triennale di Prevenzione della Corruzione 2017-2019 (scarica PDF)

Rai Cinema - Piano triennale di Prevenzione della Corruzione 2016-2018 (scarica PDF)

Rai Cinema - Piano triennale di Prevenzione della Corruzione 2015-2017 (scarica PDF)

Scheda Relazione RPC 2016 (scarica PDF)

Scheda Relazione RPC 2016 (scarica file Excel)


Scheda Relazione RPC 2015 (scarica PDF)

Scheda Relazione RPC 2015 (scarica file Excel)

Criteri e procedure di assegnazione contratti – ex art. 49 ter d.lgs. 177/2005



Whistleblowing

RaiCinema ha recepito gli aggiornamenti alla Policy della Capogruppo Rai S.p.A. per la gestione e il trattamento delle segnalazioni (anche anonime) sui fatti potenzialmente illeciti, irregolari e riprovevoli concernenti vicende operative e organizzative della Società. Nell'ottica di favorire e facilitare l'attività del segnalante, il cui ruolo assume rilevanza di interesse pubblico, dando conoscenza, se possibile tempestiva, di problemi e/o pericoli alla Società, è stata appositamente predisposta una casella di posta elettronica dedicata, ferme restando le più ampie garanzie che la stessa Policy aziendale assicura.        

email: segnalazioni@raicinema.it







 
Copyright 2011 Rai Cinema - Realizzato da RaiNet