News

10.05.2005

Giordana con Rai Cinema in corsa per la Palma d'Oro

Unico italiano in concorso Quando sei nato non puoi più nasconderti, al festival il 15 maggio, riporta Marco Tullio Giordana sulla Croisette a due anni da un trionfo quasi inaspettato e dunque ancor più emozionante. Quello per il fluviale La meglio gioventù che vinse a sorpresa nella sezione Un Certain Regard e iniziò proprio da Cannes una lunga e prestigiosa carriera internazionale, promosso alla fruizione nelle sale cinematografiche in Italia e all'estero, amato da migliaia di spettatori come una saga sull'Italia dagli anni '60 al presente.

Stavolta Giordana, l'ha detto lui stesso, dovrà affrontare avversari temibili e di grande prestigio: dovrà vedersela con Gus Van Sant e Lars Von Trier, Atom Egoyan e Michael Haneke, Hou Hsiao-Hsien e Jim Jarmusch, i Fratelli Dardenne, Wim Wenders e Amos Gitai. In più rappresenterà l'Italia in un annata particolarmente "avara" per il nostro cinema, che a Cannes porta un solo altro titolo, L'orizzonte degli eventi di Daniele Vicari, peraltro nella indipendente Semaine de la Critique.

Quando sei nato non puoi più nasconderti, che prende il titolo dal libro inchiesta sull'immigrazione di Maria Pace Ottieri, è scritto da Stefano Rulli e Sandro Petraglia, proprio come La meglio gioventù, con cui condivide anche uno dei protagonisti: Alessio Boni, qui nel ruolo di un piccolo industriale bresciano, sposato e padre di un ragazzo di dodici anni, Sandro (il giovanissimo Matteo Gadola) che cade in mare durante un viaggio in barca a vela e viene ripescato da un ragazzo romeno imbarcato su una carretta del mare per scoprire il mondo sommerso eppure tanto vicino degli stranieri che vivono nel nostro paese, spesso clandestini e costretti a un'esistenza marginale, ma "eredi, in qualche modo, di quei 60 milioni di emigranti italiani del nostro passato recente", come dice il regista lombardo.

Quando sei nato…, prodotto da Rai Cinema e Cattleya, sarà distribuito da 01 Distribution in 200 copie dal 13 maggio, come altri tre titoli della selezione cannense. Il nuovo film di Lars von Trier, Manderlay, secondo episodio della trilogia ideata dal regista danese iniziata con Dogville, senza Nicole Kidman ma con Bryce Dallas Howard e Willem Dafoe tra i protagonisti; History of Violence del maestro canadese David Cronenberg, con Viggo Mortensen e William Hurt; infine The Three Burials of Melquiades Estrada, che segna l'esordio nella regia di un attore bravissimo come Tommy Lee Jones, premio Oscar per Il fuggitivo. Il film, molto atteso, è la storia di due amici che riportano a casa, per seppellirlo in Messico, un terzo compagno di avventure.

 


 

 
Copyright 2011 Rai Cinema - Realizzato da RaiNet